un commento della Preside

Ho avuto modo di conoscere alcuni di questi ragazzi più da vicino di altri loro compagni, quando in epoca pre pandemia li accompagnai a Cervia per le gare di matematica a squadre. 
Non arrivarono  primi, ma seppero riconoscere un quesito non corretto che avrebbe potuto, se validato, portarli in alto nella classifica  generale. 
Andammo insieme dagli organizzatori affinchè potessero spiegare le loro ragioni. Ebbene, la delicatezza  e la pacatezza con cui seppero tener testa ai professori della Bocconi mi resta ancora nel cuore ed è una delle  consolazioni che ho trovato nel meraviglioso - per quanto  defatigante - lavoro che mi è dato di svolgere .
 Arrivati in quinta, li trovo quasi adulti, cresciuti, interessanti, "belle persone" come si dice, ma  sempre modesti, a dire della squadra e non di se stessi come singoli. 
Un'eccellenza che si fa amicizia e presenza. 
Per questo ho detto loro che sono orgogliosa di averli accompagnati: a Cervia e in questi cinque anni della loro vita. 
                                                               Alberta Angelini, Preside