Una squadra del liceo si classifica seconda in Italia alla NAO Challenge 2022

Il 31 maggio scorso si è svolta, nella splendida cornice del Palazzo Ducale a Genova, la finale della competizione nazionale di robotica “NAO Challenge 2022” (www.naochallenge.it), competizione dedicata alle scuole e alla robotica umanoide con l’obiettivo di divulgare le potenzialità sociali della robotica di servizio.
Per accedere alla finale le squadre hanno dovuto superare una dura selezione, svoltasi in modalità “a distanza” a fine aprile. Il nostro liceo presentava quest'anno ben 3 squadre, tutte sotto la supervisione del prof. Moretti:
• NAOtural Team, composta da Bilous Marko, Magentini Filippo, Noventa Andrea, Pescante Sofia - naoturalteam.altervista.org
• NAO Young 2.0 (naoyoung2dot0.wordpress.com), composta da Bernardini Alberto Pio, Franci
Sofia, Mullai Franceska, Peruzzo Antonio, Roman Alessandra Camelia, Travain Giuseppe, Zurini
Luca
• AstroNAO (astronaoteam.wixsite.com/liceofermipadova), composta da Chiaretto Milo, Cocchi Desiree, Divile Dragos Petru, Magentini Alessandro, Sanguin Giada, Todaro Letizia
La NAO CHALLENGE, organizzata da Scuola di Robotica e dedicata agli istituti superiori, ha messo alla prova le capacità di programmazione e sviluppo degli studenti attraverso l’acquisizione di competenze tecniche e capacità di problem solving.
Da quest'anno la NAO Challenge è entrata nell’azione per la Valorizzazione delle Eccellenze del MIUR.
La sfida posta alle squadre quest'anno riguardava la progettazione di soluzioni per utilizzare il robot umanoide NAO per la promozione e la valorizzazione dei beni culturali; le squadre hanno realizzato progetti applicativi nei quali il robot umanoide NAO è stato programmato per valorizzare e far conoscere un bene culturale ed ambientale. Le nostre squadre hanno quindi “adottato” e studiato il monumento, il museo o il bene culturale scelto (l'Orto Botanico di Padova, il Palazzo della Ragione, il Museo della Specola) e hanno progettato il robot per diversi impieghi, per attrarre l’attenzione e la concentrazione su diversi aspetti della cultura del luogo.
Per visionare i progetti di ciascuna delle nostre squadre è possibile accedere ai loro rispettivi siti internet.
Alla finale hanno avuto accesso squadre provenienti da tutta Italia, tra cui le nostre due NAOtural Team e NAO Young 2.0.
In finale, durante la fase di giuria nella quale le squadre hanno presentato i loro progetti e le attività di comunicazione e disseminazione degli stessi, si è svolto un hackathon la cui missione era di programmare il robot a ballare. L’aspetto più interessante dell'hackathon era che la “squadra” doveva essere formata da tre squadre presenti, che non si conoscevano prima; quindi gli studenti si sono trovati a dover interagire e collaborare con altri loro coetanei provenienti da altre scuole. Tutti hanno collaborato tra loro, sottolineando l’aspetto cui mira la Challenge, la collaborazione tra le scuole, tra docenti e studenti per impiegare il coding e la robotica per migliorare la qualità della vita delle persone.
Le giurie di esperti, formate da docenti, da dottorandi di robotica e intelligenza artificiale dell’Università di Genova, hanno selezionato la squadra vincitrice ovvero il team NAONEXUS del Liceo Scientifico Alle Stimate di Verona e come seconda classificata è arrivata la nostra squadra del NAOtural Team.
Congratulazioni !
E tanti complimenti a tutti gli studenti, al di là del risultato raggiunto, per l'impegno e la determinazione che hanno messo in questo bel percorso