Un percorso letterario al femminile: presentazione

Un percorso letterario al femminile

 Il progetto didattico, nato all'interno di un percorso di educazione civica che intendeva dare voce all'altro volto della nostra letteratura italiana, non è nato espressamente per l'8 marzo, ma può benissimo rientrare in questa giornata nel senso che vuole dare valore alla figura femminile, che, pur nelle difficoltà del tempo e dei luoghi, ha saputo trovare un proprio spazio.

Gli studenti sono stati sensibilizzati a cercare materiale utile per approfondire figure di poetesse e di letterate. Naturalmente la ricerca online ha sicuramente aiutato; sarebbe stato bello visitare anche biblioteche o archivi, ma l'emergenza sanitaria non ha permesso tale ricerca.

Tuttavia gli studenti hanno reperito del materiale e hanno scelto liberamente di considerare il profilo femminile che suscitava in loro curiosità. Ne sono venuti fuori nove profili di donne letterate che hanno un vissuto personale tra i più diversi (dalla cortigiana, alla ballerina, alla monaca "forzata"). Accanto all'aspetto biografico vi sono delle analisi di alcune loro opere.

Ecco i nomi: Vittoria Colonna, Gaspara Stampa, Isabella di Morra, Veronica Franco, Elena Cassandra Tarabotti, Maria Clemente Ruoti, Faustina Maratti, Eleonora Pimentel de Fonseca, Teresa Bandettini. L'arco temporale va dal 1500 a primo ’800, il periodo letterario studiato in classe quarta. 

Breve descrizione delle letterate

Vittoria Colonna (Urbino, 1490- Roma, 1547): una poetessa dalla lirica amorosa vicina al modello del Canzoniere di Francesco Petrarca.

Gaspara Stampa (Padova, 1523-1554): una poetessa tra le più note, che condusse una vita elegante e spregiudicata. Le sue Rime rappresentano una delle raccolte più significative del Cinquecento.

Isabella di Morra (Favale, 1526-1546): una sensibilità delicata, uccisa dai propri fratelli, si distinse per i suoi discorsi, lettere, dialoghi e soprattutto per le sue poesie.

Veronica Franco (Venezia, 1546-1591): cortigiana, scrittrice, musicista, curatrice di raccolte poetiche, saggista.

Elena Cassandra Tabarotti (Venezia, 1604-1652): una “monaca forzata” che dal monastero dà voce alla condizione femminile.

Maria Clemente Ruoti (Mugello, 1609/1610-1690): una suora che scrive commedie a sfondo religioso.

Faustina Maratti (Roma, 1679-1745): una poetessa vissuta all’ombra dei familiari. Con il nome di Aglaudio Cidonia entra nell’Accademia dell’Arcadia.

Eleonora Pimentel de Fonseca (Roma, 1752-Napoli, 1799): una scrittrice “politica”, vissuta nel clima vivace dell’ illuminismo napoletano.

Teresa Bandettini (Lucca 1763-1837): una “ballerina letterata” che entra nell’Accademia dell’Arcadia con il nome di Amarilli Etrusca.