Saluto della Preside per il nuovo anno

Carissime studentesse, carissimi studenti,
bentornati, benearrivati!

In molti vi stavamo aspettando, in questa vostra scuola che non ha chiuso mai i battenti, durante l'intera estate, per consentire i lavori di rinnovo, l'istallazione di
nuovi impianti, la sistemazione del sottoportico (diventerà aula studio all'aperto) le pulizie necessarie. Mi auguro che saprete apprezzare questi miglioramenti - sebbene certo molto resti ancora da fare - ringraziando le persone e rispettando gli ambienti dove passerete - anzi, dove passeremo insieme- un intero anno scolastico, il primo al liceo per molti tra voi,
l'ultimo per me.
Tutti vorremmo fosse in presenza sempre, questo 2022.23, fino all'ultima campanella,
quella dei saluti e degli auguri di buona estate. Per questo vi raccomandiamo di mantenervi in salute, di stare distanziati anche se è difficile, di arieggiare i locali spesso, di cercare di non
ammalarvi; insomma, di avere cura di voi stessi e di chi vi sta vicino.
Auguro a voi ragazzi di riprendere in pienezza la vita e ogni suo giorno e di
affidarvi per la scuola all'esperienza dei vostri insegnanti. Siate seri nell'impegno mentre gioite di quello che avete: gli affetti, l'amicizia, l'amore, la giovinezza, la scuola, pensando che ancora vicino e lontano da qui migliaia di vostri coetanei in mano hanno un fucile anziché un libro o il mouse di un computer.
Infine, rivolgo un saluto particolare e dedicato a uno tra voi, sperando sia ancora tra i banchi del Fermi: è il writer che si è voluto distinguere lo scorso anno apponendo il suo grafema un po' dappertutto, sui muri appena pitturati, sulle vernici ripristinate. Non ti conosco, ma vorrei
incontrare i tuoi occhi e dirti che aspetto la tua firma su un'opera originale, su un tuo compito, un tuo lavoro e non su quello altrui. Se poi sei arrivato in quinta, mi
aspetto un cenno di maturità, due o tre parole, mica tante: mi dispiace, chiedo scusa, cerco di rimediare.
Sarebbe bene dire così, caro writer del Fermi ed entrambi finiremmo in pienezza.
Cento e lode!
Buon anno scolastico, carissimi fermiani del 2022/23 questo cento e lode meritiamolo
tutti, tutti insieme.


Alberta Angelini, preside